Pochi pezzi per molti usi. Così nasce BASE, un sistema modulare per creare spazi di relazione o individuali protetti, negli uffici open space. Svolgere più attività con un unico sistema, versatile e componibile.  

Creare luoghi per incontrarsi, concentrarsi, rilassarsi o per partecipare; privacy quando serve, interazione e condivisione quando il momento lo richiede.

Un sistema autostabile, fonoassorbente e modulare, che può essere composto a piacere secondo le necessità. Utilizzato come semplice schermo acustico, come seduta o come spazio riunione, versatile per vocazione.

Uno spazio ritrovato.

 

FRIGERIO DESIGN GROUP #explore #create #build

"E’ questo il nostro modo di agire: osservare con cura, progettare meglio, guardare lontano."

 

BASE sarà in vendita entro fine 2017

 

Dare forma dinamica alla “personal bubble” di Renata Sias

Recenti ricerche svolte a livello mondiale dimostrano che il disturbo causato dal rumore rappresenta una tra le problematiche principali nel progetto degli ambienti collettivi.
Nell’ambiente di lavoro in particolare, tutti i benefici dovuti alla flessibilità e alla fluidità nel flusso delle informazioni peculiari dell’open space, possono essere annullati da un livello insufficiente di comfort acustico e dalla carenza di spazi “chiusi” dedicati .
Oggi, con la diffusione dello smart working, emerge una maggiore sensibilità e consapevolezza riguardo a questa criticità, ma non si si può certo dire che si tratti di una nuova esigenza sollevata dal workplace 3.0…

Già 50 anni fa infatti, l’antropologo Edward T.Hall, fondatore della prossemica, studiando le modalità con le quali gli esseri umani organizzano il proprio spazio e interagiscono tra loro, individuò la “personal bubble” ovvero quella “sfera” di dimensioni variabili che va oltre il corpo e interessa il micro spazio che circonda l’uomo; non un’area fisica concreta, ma uno spazio culturale con dimensioni che cambiano in funzione delle attività o delle relazioni che si svolgono al suo interno.
La salute fisica e psichica, la concentrazione e la produttività dei lavoratori possono essere minacciati dal rumore, ed è giusto che l’interior design si impegni nella ricerca di risposte efficaci dal punto di vista dell’acustica.
Ma per ottenere un livello più alto di benessere è altrettanto importare considerare e trovare soluzioni anche per la sensazione di disagio che si percepisce in ambienti totalmente aperti (luoghi di vita, di lavoro, di transito).
Trovare una risposta all’istintiva esigenza di “definire territori” (personali o collettivi) dove i confini possono anche essere solo virtuali, acustici o visivi; inventare delimitazioni che non siano statiche e dare forma al dinamismo delle “dimensioni nascoste” identificate da Hall è certamente una sfida di grande interesse per l’industrial design.

Negli ultimi anni il mercato ha proposto u’ampia gamma di prodotti capaci di creare “bozzoli”, “gusci di privacy” che, seppure efficaci, non hanno dato risposte esaustive alla complessità tipica degli attuali stili di vita e di lavoro.
L’evoluzione successiva si orienta ora verso soluzioni più versatili e flessibili dal punto di vista spazio-temporale in grado di tracciare territori fluidi dove lavorare, concentrarsi, divertirsi, rilassarsi o interagire con gli altri.
Solo attraverso una modalità dinamica si può tradurre la “personal bubble” di Hall in qualcosa di concreto.

Base disegnato da Frigerio Design è un sistema di arredo che affronta anche dal punto di vista prossemico il tema del comfort ambientale e non è un caso che Ares Line, con una forte esperienza in tema di benessere ed ergonomia e un approccio olistico al prodotto sia il produttore.

Renata Sias, direttore WOW! Webmagazine

 


Varianti disponibili

Download


Per maggiori infomazioni sul modello BASE, contatta i nostri uffici al numero:
Tel. +39 0445 314931 Fax +39 0445 314999
oppure invia una mail cliccando l'apposito pulsante qui sotto



Invia una email

Altre Riunione e Attesa

Altre categorie

Office
Direzionali
Operative
Attesa
Riunione e Attesa