Bruno Belluomini

Designer

Bruno Belluomini

Classe

1946, Lucca

 

Bruno Belluomini, non vuole farsi conoscere solo per ciò che ha progettato e realizzato, ma vuole soprattutto far capire le sue radici, la sua educazione e farci conoscere le persone da lui amate, stimate e dalle quali ha appreso il tanto, o il poco, che ha fatto di lui un artigiano architetto, nonché un uomo che sempre cammina solidale a fianco dei più deboli e ammira tutti quelli  che con il loro lavoro rivoluzionano la società producendo nuova linfa, affinchè l’albero del sapere, della cultura e della libertà non cessi di crescere.

 

" Oggi, più di ieri, tutto può essere giustificato; non esiste buona o cattiva architettura, così  come non esistono buoni o cattivi architetti e buoni o cattivi committenti. Oggi difficilmente si può dare libero sfogo alle proprie idee e al proprio modo di  fare architettura, in quanto si vive e si lavora dove 10-100-1000 Savonarola tuonano, combattono e distruggono quanto di nuovo si cerca di fare. 

Decine sono i giovani colleghi che hanno idee, che sanno esprimersi in modo  nuovo e libero e che  puntualmente vengono tarpati da insignificanti burocrati  nascosti in ogni ente e luogo e che, gelosi di non saper fare, insegnano. "  Bruno Belluomini

Progetti

con Aresline in Nicaragua per un progetto multilivello